Istanze per le autorizzazioni paesaggistiche

Istanze presentabili per l'edilizia sismica

Istanze presentabili per l'ambiente

Istanze presentabili per la gestione delle risorse idriche

Pagamento di diritti, oneri ed imposta di bollo

Autorizzazione unica per impianti di smaltimento e recupero di rifiuti

Descrizione dell'istanza
Cos'è: 

Autorizzazione rifiuti art 208La realizzazione e gestione di un nuovo impianto di smaltimento e/o recupero rifiuti è soggetta ad autorizzazione ai sensi dell'articolo 208 del Decreto Legislativo 03/04/2006, n. 152.

La procedura ordinaria prevede che i soggetti che intendono realizzare nuovi impianti di smaltimento o di recupero di rifiuti devono presentare domanda alla Provincia e per conoscenza, al Comune, all’ARPA ed all’ASL territorialmente competenti per ottenere:

  • l'approvazione del progetto
  • l'autorizzazione alla realizzazione delle opere
  • l'autorizzazione all'esercizio.

Le procedure ordinarie si applicano anche per la realizzazione di varianti sostanziali in corso d'opera o di esercizio che comportano modifiche a seguito delle quali gli impianti non sono più conformi all'autorizzazione rilasciata (articolo 208, comma 20 del Decreto Legislativo 03/04/2006, n. 152).

L'autorizzazione unica ha una durata decennale ed è prorogabile tramite una domanda di rinnovo da presentare almeno centottanta giorni prima della scadenza dell'autorizzazione (articolo 208, comma 12 del Decreto Legislativo 03/04/2006, n. 152). La Provincia decide prima della scadenza dell'autorizzazione; l'attività può essere comunque proseguita fino alla decisione espressa, solo a seguito di estensione delle garanzie finanziarie prestate.

Documentazione richiesta per la presentazione dell'istanza
Informazioni sull'istanza
Pagamenti: 

Il procedimento prevede il pagamento dell'imposta di bollo da 16 € e degli oneri istruttori.

Iter del procedimento: 

Il provvedimento autorizzativo o il diniego motivato viene rilasciato al soggetto richiedente al termine del procedimento svolto secondo quanto stabilito all’articolo 208 del Decreto Legislativo 03/04/2006 n. 152.

Il Responsabile del procedimento, entro 30 giorni dal ricevimento della domanda, convoca la Conferenza di Servizi, alla quale partecipano tutti gli enti e uffici competenti sulla pratica. Il procedimento può essere sospeso per eventuali richieste integrazioni. Entro 90 giorni dalla convocazione la Conferenza Servizi:

  • procede alla valutazione dei progetti
  • acquisisce e valuta tutti gli elementi relativi alla compatibilità del progetto con le esigenze ambientali e territoriali
  • acquisisce, se previsto dalla normativa vigente, la valutazione di compatibilità ambientale
  • trasmette i propri pareri all'ufficio competente ai fini della conclusione del procedimento.

Entro 30 giorni dal ricevimento delle conclusioni della Conferenza Servizi e, sulla base delle sue risultanze, in caso di valutazione positiva, viene rilasciata l'autorizzazione. 

Se l’impianto è sottoposto a Verifica di assoggettabilità a VIA, o a VIA, i termini restano sospesi fino all'acquisizione della pronuncia sulla compatibilità ambientale.
Il procedimento deve comunque concludersi entro 150 giorni dalla presentazione della domanda.

Sede Legale
Piazza XX Settembre, n. 20 - 71100 Foggia
Telefono: +39 0881 7911111
Fax: +39 0881 720007

 

Partita IVA
00374200715

 

E-mail: provincia@provincia.foggia.it

E-mail PEC: protocollo@cert.provincia.foggia.it

Ufficio Assetto del Territorio

Cosa fa

Dove si trova

Contatti

Il portale dell'ufficio

Ufficio Lavori pubblici e Infrastrutture

Cosa fa

Dove si trova

Contatti

Ufficio Ambiente

Cosa fa

Dove si trova

Contatti

Ufficio Politiche delle Risorse Idriche

Cosa fa

Dove si trova

Contatti